News & Press

Archivi aperti
Un contributo importante per la storia del design contemporaneo: l'archivio dello studio Mid design/comunicazione visiva (attivo a Milano dal 1973 al 1991) viene donato al CASVA, il Centro Alti Studi sulle Arti Visive del Comune di Milano.

Ai tre soci dello studio (Alfonso Grassi, Gianfranco Laminarca e Alberto Marangoni) si devono, oltre che il design di prodotti per il mercato di massa (come il rasoio Bic Black, 1975, e  il flacone per Bialcol, 1985), una fitta serie di allestimenti espositivi e di pubblicazioni, l'ideazione di mostre sul progetto e di interventi urbani importanti come la pedonalizzazione del corso Vittorio Emanuele a Milano (la prima in Italia negli anni Ottanta).



I soci dello studio MID design in una foto di Cesare Colombo (1975): da sinistra Alberto Marangoni, Gianfranco Laminarca  e Alfonso Grassi.


Tutti furono soci dell'ADI particolarmente attivi: Marangoni nel Consiglio direttivo (1973-1976), Grassi come vicepresidente (1976-1979) mentre Laminarca partecipò alle commissioni di lavoro per gli affari professionali e per la formazione.

La donazione è stata presentata – con il vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo, l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno e la direttrice del CASVA Maria Fratelli – da Carlo Tognoli, già sindaco di Milano dal 1976 al 1986, dai donatori Anty Pansera e Alberto Marangoni, da Zita Mosca Baldessari (che dell'istituzione del CASVA è stata promotrice e prima donatrice, con l'archivio di Luciano Baldessari) e dal presidente dell'ADI Luciano Galimberti.


CASVA÷design
15 gennaio, ore 12.30
Palazzo Marino
p.zza della Scala 2, Milano