News & Press

Compasso d'Oro: 75.000 visitatori alle mostre romane
Si sono chiuse Il 25 settembre a Roma le mostre dedicate al XXII Premio Compasso d'Oro ADI e alla Collezione storica del premio. Erano aperte dal 31 maggio nel quadro delle manifestazioni di “Unicità d’Italia. Made in Italy e identità nazionale” organizzate dalla Fondazione Valore Italia in collaborazione con ADI e Fondazione ADI.

Le manifestazioni, parte delle celebrazioni ufficiali del centocinquantenario dell’Unità d’Italia, si sono svolte al Palazzo delle Esposizioni e al Museo MACRO del Testaccio, dove il 12 luglio sono stati premiati ì vincitori del XXII Compasso d'Oro. Nelle due sedi i visitatori sono stati complessivamente 75.000, con oltre 150 giornalisti specializzati accreditati e un'importante presenza della stampa internazionale
 
Bilancio ampiamente positivo per qualità dei contenuti e capacità di illustrare al grande pubblico la cultura del design. Dichiara Luisa Bocchietto, presidente nazionale di ADI,: “L’esposizione e la celebrazione del Premio Compasso d’Oro a Roma hanno rappresentato una grande occasione per avvicinare alle istituzioni il lavoro svolto da ADI, in tutti questi anni, a favore del design italiano. Il francobollo dedicato nell'occasione al Premio Compasso d’Oro è un simbolo di questo risultato . Per affrontare le sfide internazionali è necessaria la collaborazione di tutti; privati e istituzioni, uniti nell’orgoglio di rappresentare un grande paese dalle straordinarie capacità intellettuali, creative, produttive. Noi ci crediamo e ci lavoriamo da sempre”.
 
Giovanni Cutolo, presidente della Fondazione ADI, cui compete la tutela del patrimonio storico del Compasso d'Oro, tiene a sottolineare quanto le mostre romane abbiano contribuito alla legittimazione nazionale di oltre cinquant'anni di lavoro creativo che, nato e sviluppatosi a partire da Milano, è oramai divenuto simbolo identitario e patrimonio culturale della nuova Italia tutta: “Se la parte maggiore dei produttori di design resta ancora concentrata nel Nord del paese, i designer, i distributori, le scuole e gli insegnanti, i giornalisti, i critici e gli storici del design sono ormai diffusi e operativi in ogni regione italiana. Perché il design italiano, nato a Milano, è divenuto linguaggio nazionale, stimolo allo sviluppo economico e veicolo di valori estetici ed etici internazionalmente riconosciuti”.
 
“L’aspetto più importante della manifestazione”, precisa il presidente della Fondazione Valore Italia, Massimo Arlechino, “è stato aver unito la celebrazione del passato con uno sguardo al futuro. Con 'Unicità d’Italia' e gli eventi ad essa collegati abbiamo voluto aprire una discussione sui sentieri da percorrere in futuro per fare in modo che il nostro sistema produttivo continui ad essere caratterizzato dall’elevata qualità progettuale e realizzativa, tanto più in un contesto come quello attuale caratterizzato da   gravi difficoltà dei mercati.”
 
I pezzi della Collezione storica del Compasso d'Oro, cui si sono aggiunti come di consueto i pezzi premiati in questa edizione, hanno fatto ritorno nei giorni scorsi alla conservatoria di Cardano al Campo, presso Varese, in attesa di essere sistemati, nel 2014, nella nuova sede nazionale dell'ADI che è in corso di progettazione a Milano.
 
 
Gli eventi di “Unicità d'Italia”

Nel corso della manifestazione “Unicità d’Italia”, nel contesto dei prodotti di eccellenza italiani, si sono svolti anche seminari, convegni, incontri con le imprese, workshop con studenti organizzati dal dipartimento di Disegno industriale dell’Università La Sapienza di Roma, presentazione di libri, di lezioni di design organizzato dalla delegazione territoriale ADI Lazio, lezioni tenute dall’ISIA Roma e dallo IED.


Il calendario
  • Giornata inaugurale (30 maggio)
  • Premiazione XXII Compasso d’Oro ADI (12 luglio)
  • Premiazione Targa giovani ADI (12 luglio)
  • Design Talk ADI- Leonardo TV (13 luglio)
  • Mostra tematica di Terna (da giugno a settembre)
  • Workshop del Dipartimento di disegno industriale de La Sapienza (da giugno a settembre)
  • Lezioni di design a cura di ADI - ADI Lazio – Associazione Storici del Design (da giugno a settembre)
  • Seminari di studio a cura di ISIA Roma Design (da giugno a settembre)
  • Concerti del coro musicale «Orazio Vecchi» (tre concerti fra giugno e settembre)
  • Presentazioni di libri e ricerche dedicati al Made in Italy, alla presenza degli autori (da giugno a settembre)
  • Giornata Nazionale dell’Innovazione (14 giugno)
  • InnovAction Day (23 luglio)
  • Sfilate di moda (luglio, Settimana dell’Alta Moda romana)
  • Assemblea dell’Aicesis, associazione degli organi mondiali che svolgono funzioni analoghe al CNEL italiano (luglio)
  • Esposizione studi e progetti IED Roma (settembre)
  • Esposizione studi e progetti ISIA Roma Design (settembre)
  • Esposizione Contemporary Italian Social & Cultural Communication Design, raccolta di prodotti (settembre)
  • Premio «Libero Bizzarri» per produzione documentari audiovisivi sul design (settembre)
  • Riunione gruppo di lavoro OCSE sulla proprietà industriale ed intellettuale (settembre)
  • Rassegna sul cinema italiano indipendente (giugno e luglio)
  • Incontri nell’area lounge ed eventi (premi di fotografia, mostre di pittura, installazioni di videoart, performance di danza, degustazioni prodotti tipici, “aperitivi tricolore”, ecc.)
  • Spettacoli teatrali
  • Musica live