News & Press

Il colore del futuro
Premiati i vincitori del concorso ‘Che colore ha il Futuro?’, dedicato da Amref e IED al Sud Sudan, il paese più giovane e povero del mondo, la cui condizione è stata illustrata dai graphic novel di nove studenti.

Il progetto speciale di racconto del Sud Sudan, condotto da Amref con l’Istituto Europeo di Design è stato delineato dai graphic novel realizzati da 9 studenti di Illustrazione e Animazione di IED Milano: nove storie sui temi della salute, della sicurezza alimentare, dell'acqua e dell'igiene.

Tre i vincitori premiati a Milano il 9 luglio, anniversario dell’indipendenza del Sud Sudan (9 luglio 2011): sono Michele Accorsi e Giulia Masia (entrambi al primo anno di corso) e Lucrezia Pompa (terzo anno, neodiplomata in Illustrazione), rispettivamente con Farfalla - Kukupu, I colori dell’unione e Una notte di parole, I tre graphic novel sono visibili online insieme a quelli di tutti gli altri studenti IED che hanno partecipato all’iniziativa.

Obiettivo del progetto, che comprendeva la formazione degli studenti IED sulla società locale e sul supporto sanitario fornito da Amref, era offrire uno sguardo nuovo e giovane, libero da stereotipi. A guidarli nel percorso creativo i tutor Alberto Ponticelli, fumettista, e Fabio Berio, storico.










 

Alcune pagine dei graphic novel di (dall’alto) Giulia Masia, Michele Accorsi, Lucrezia Pompa.


Dice Rossella Bertolazzi, direttrice della Scuola di Arti Visive IED Milano: “Un progetto come questo, in cui le ragazze e i ragazzi devono informarsi, studiare, capire, calarsi dentro una realtà che non è la loro realtà per potersi poi esprimere e dare il meglio con il linguaggio universale delle immagini, servirà loro moltissimo: è un qualcosa che si porteranno dietro tutta la vita”.

“Per noi di Amref”, dichiara Paola Magni, Area Programmi di Amref Health Africa, “è importante riuscire a comunicare l’Africa oltre gli stereotipi, con strumenti nuovi e creativi, una sfida che ci contraddistingue da sempre. Per questo siamo molto orgogliosi della collaborazione con IED, legata al mondo digitale e a narrazioni innovative delle tante storie di questo continente: è proprio con le nuove generazioni che vogliamo raccontare l’Africa come una risorsa, che dobbiamo rispettare, raccontare e disegnare".

 

In alto a destra: un disegno da Farfalla – Kukupu di Michele Accorsi.