News & Press

Letteratura concreta
Un libro (di carta) che si nutre di informatica: ne è autore Danilo Premoli, architetto, designer, giornalista, ricercatore concettuale dalla compulsiva attenzione alla scomposizione e alla ricomposizione della realtà.

Un libro che pare voler rilanciare, nell'epoca del digitale pervasivo ed evoluto, un punto di vista creativo che fu fecondo all'alba dell'informatica, negli anni Sessanta: l'arte come analisi degli elementi concreti che costituiscono la forma – delle immagini nell'arte, dei testi in letteratura – alla ricerca delle radici materiali del senso dei segni verbali e visivi.
 
"Nel 1997", racconta l'autore, "ho scritto un programma, Il grado uno della scrittura, capace di smontare i singoli elementi di un testo – lettere maiuscole, minuscole, numeri, punteggiatura, eccetera – riorganizzandoli attraverso il codice extended ASCII, lo standard di codifica dei caratteri utilizzato dai calcolatori elettronici. Con questo programma ho scomposto i testi di 63 incipit di romanzi e racconti gialli di scrittori italiani, proposti al lettore in forma di crittogrammi 'elementari'". 
 
Ogni crittogramma (ogni pagina) riporta le battute complessive di ciascun incipit e l'elenco dei singoli elementi che lo compongono: spaziature, segni di punteggiatura, numerazione araba, caratteri alfabetici (con precedenza alle maiuscole), lettere accentate. 
 
Mania classificatoria? No, perché alla scomposizione presentata nel libro segue necessariamente una sfida: quella della ricomposizione giocosa di questi elementi, per cambiarne il senso. 
 
Un gioco nella migliore tradizione della Letteratura Potenziale, che richiede ai lettori/partecipanti di creare uno scritto originale – in lingua italiana e di senso compiuto – ricombinando, in mille e una parola, le 6.363 battute complessive dei crittogrammi elencate in appendice al libro (qui le informazioni per chi vuole cimentarsi). 
 
Il libro degli incipit è solo un incipit: il digitale evoluto richiede necessariamente la partecipazione comunitaria anche alla costruzione dell'opera, e il libro diventerà tanto più significativo quanti più interventi riuscirà a innescare su questo percorso ricombinatorio.
 
Un libro prezioso, per le prospettive che rilancia e per la qualità editoriale (doppia copertina e sette illustrazioni di Guido Scarabottolo), a tiratura limitata, distribuito in scelte librerie italiane oppure online, ma a un prezzo comunque abbordabile per la qualità concettuale che propone.

[DMo]
 
 
 
Danilo Premoli, Giallo enigmistico, Milano, La Grande Illusion, 2014, pp. 96, € 14,50