News & Press

Per un design sostenibile
Si è tenuta dal 20 al 23 aprile 2018, a Liangzhu nella regione cinese dello Zheijiang, la seconda edizione della World Industrial Design Conference. La manifestazione dedicata al design, promossa dalla CIDA (China Industrial Design Association) e da imprese, istituzioni e università del design di oltre venti paesi al mondo, quest’anno era dedicata all’ecologia e all’etica del design sostenibile.


Una sessione di lavoro al WIDC 2018.

Al Liangzhu Mengqi Town of Designers di Hangzhou si sono riuniti oltre seicento invitati: designer, autorità cinesi, personalità e imprenditori del design, professori delle più importanti università cinesi, che hanno incontrato oltre sessanta ospiti d’onore provenienti da più di 25 paesi nel mondo. Per l’ADI era presente Davide Conti, che rappresenta l’associazione in Cina. 

“La WIDC è una piattaforma ideata per lo scambio internazionale e la cooperazione”, spiega Conti, “che mira a promuovere l’innovazione, l’integrazione e lo sviluppo economico e sociale. Accoglie con favore istituzioni del design e aziende di tutto il mondo, nel rispetto dei principi di uguaglianza e condivisione, sulla base di una cooperazione di mutuo vantaggio. I membri della WIDC hanno lavorato insieme per tracciare le linee guida di un modello per lo sviluppo del design mondiale e si impegnano a promuovere il design contribuendo allo sviluppo economico, al progresso sociale e allo sviluppo sostenibile.”


Da sinistra: Davide Conti, il presidente del CIDA Liu Ning e Marinella Ferrara, del Politecnico di Milano.

In occasione del convegno un importante riconoscimento è stato assegnato al Politecnico di Milano: il Top Innovation Award per il miglior istituto di alta formazione, che è stato consegnato a Marinella Ferrara. Il TIA, istituito nel 1980, è un premio internazionale destinato alle opere di design che danno un contributo importante all’innovazione e allo sviluppo sostenibile nei diversi campi dell’economia e della società di tutto il mondo.