News

Faenza: tra design e cibo
Proseguono all’ISIA di Faenza le conversazioni su design e cultura del food. Dopo l’incontro di novembre con Davide Paolini, sul tema ‘Il cibo come medium’, il 6 dicembre la protagonista è Martina Liverani, scrittrice e giornalista.

Martina Liverani ha fondato nel 2013 il magazine faentino Dispensa, di cui è direttore: un bookazine semestrale in cui il mondo del food viene narrato usando la carta, in controtendenza al digitale. “È un giornale da collezionare, di carta (quella degli scarti delle lavorazioni alimentari)”, spiega, “senza inserzioni pubblicitarie, fatto di storie raccontate con parole e immagini. Un oggetto da fruire in maniera sensoriale, tattile ed estetica, che ci riporta indietro nel tempo.”

Liverani parlerà di come è possibile far convivere il digitale con la carta, in questo caso nello storytelling del food, e opporre all’"abbuffata digitale" un vero e proprio viaggio, che prima si compie con l’immaginazione, concedendosi il lusso della lettura e poi sperimentandolo.

In Between, nato nel 2016, usa lo strumento della conversazione per approfondire temi che, nei primi due incontri del ciclo 2017/18 sono focalizzati sulla cultura del cibo. L’obiettivo è esplorare le novità nell’ambito del food design e conoscere da vicino le professioni che raccontano il cibo come espressione culturale contemporanea. Gli incontri In Between collegano la didattica dell’ISIA di Faenza al dibattito contemporaneo e all’approfondimento delle nuove tendenze del design e dell’arte. Sono aperti non solo agli studenti e ai docenti, ma a tutto il pubblico.

In Between
Martina Liverani: Antidoti all’abbuffata digitale.
Only old people think print is dead.

6 dicembre 2017, ore 18
ISIA Faenza, Palazzo Mazzolani, Aula magna
c.so Mazzini 33, Faenza