News

Gianni Pareschi
È scomparso a Milano il 3 gennaio 2017 Gianni Pareschi, tra i primi designer italiani a fondare la pratica della professione sul nesso fondamentale tra progettazione, impresa, consenso e comunicazione.

Nato nel 1940 a Milano. dove si era laureato al Politecnico nel 1965, era arrivato presto al successo con la celebre poltrona Fiocco, entrata a far parte della collezione permanente del MoMA, e poi con la poltrona Libro, entrambe progettate nel 1970 per Busnelli e caratterizzate da inediti impianti strutturali.
 
All'inizio degli anni Settanta aveva fondato la G14 Progettazione, una struttura professionale che riprendeva un'attenzione organizzativa nata già nel corso degli studi, di cui diresse dal 1974 il Centro Industrial Design.
 
Negli stessi anni si era impegnato con Enzo Frateili, Ennio Chiggio, Angelo Cortesi. Alberto Marangoni e Pietro Salmoiraghi nella riorganizzazione dell'ADI, impegnata a ripensare ai principi della teoria e della pratica professionale del design dopo il turbolento periodo della fine degli anni Sessanta.
 
Nel 1984 aveva fondato lo studio GP&CO, che forniva servizi di di strategia di prodotto, coordinamento dell’immagine aziendale, art direction, comunicazione e analisi delle tendenze. Arredamento, architettura d'interni, progettazione di elementi per la casa, il bagno e la cucina erano come sempre i settori d'attività
 
Responsabile per alcuni anni del Dipartimento di Industrial design dell'IED di Milano, aveva fondato, insieme con il figlio Mattia, lo studio Gianni e Mattia Pareschi, attivo nel campo del design come in quello dell'architettura.