News

Luisa Bocchietto presidente WDO
A Torino il 15 ottobre, a conclusione dell'Assemblea generale della World Design Organization, è stata eletta la nuova giunta ed è entrata ufficialmente in carica Luisa Bocchietto, presidente designata dalla precedente Assemblea generale per il prossimo biennio.



Luisa Bocchietto con il presidente uscente Mugendi M'Rithaa.

Bocchietto è la seconda donna ad asumere la presidenza dell'organismo internazionale del design, dopo Mai Felip-Hösselbarth (presidente ICSID 1993-1995). Nel suo discorso inaugurale ha sottolineato l'importanza dei programmi recentemente varati dal WDO e della collaborazione tra tutte le organizzazioni nazionali del design, necessaria ad affermare la funzione del design come catalizzatore per un cambiamento positivo del mondo: "Dobbiamo assumere un punto di vista originale", ha detto, "e lavorare  non solo con i designer ma anche con i politici, per raggiungere i luoghi in cui vengono prese le decisioni che contribuiscono concretamente alla creazione di un mondo migliore."

Insieme con  Luisa Bocchietto fanno parte della nuova giunta Shikuan Chen, Compal Electronics (Taiwan), Alpay Er, Ozyegin University (Turchia), Thomas Garvey, Carleton University (Canada), David Kusuma, Tupperware Brands Co. (Stati Uniti), Hicham Lahlou, 1852 & Co. International Design Agency (Marocco), Don Tae Lee, Samsung Electronics (Corea del Sud), Margaret Petty, Queensland University of Technology (Australia), Gilles Rougon, APCI (Francia), Martha Patricia Zarza Delgado, Università statale del Messico.
Srini Srinivasan, Lumium Inc. (India/Stati Uniti) entra nella giunta come presidente eletto per subentrare nel 2019 a Luisa Bocchietto nella carica al vertice della WDO.
 

A Torino il 15 ottobre, la nuova giunta della WDO. Da sinistra: Margaret Petty, David Kusuma, Gilles Rougon, Srini Srinivasan, Alpay Er, Thomas Garvey, la neopresidente Luisa Bocchietto, Don Tae Lee, Shikuan Chen, Hicham Lahlou.