News

Napoli: magnifiche menti e abili mani
Un convegno fa il punto sulla situazione della creatività dei progettisti e sulle condizioni concrete in cui oggi si trovano a operare. Si tiene a Napoli con il patrocinio di ADI Campania, in occasione di Arkeda, la mostra di architettura, edilizia, design e arredo che si svolge alla Mostra d'Oltremare dal 2 al 4 dicembre.

L'incontro, a cura di Salvatore Cozzolino, dedica due momenti distinti ai problemi delle due discipline.

Il primo (Progetti responsabili), cui partecipano gli architetti di TAM Associati, progettisti del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia 2016, si focalizza sull'archittettura e sull'edilizia: "I progettisti sanno di doversi prendere cura di quello che fanno, mentre negli ultimi anni il trascurare continuo ha caratterizzato molta progettualità. Un fenomeno che è la faccia luminosa di una medaglia che, all’opposto, vede il buio di centomila architetti italiani alle prese con rarissimi clienti. Serve una visione che dia strategia all’azione dei giovani professionisti, in cui complessità e valenza sociale del progetto non siano offuscate dal gesto creativo rivolto solo alla 'mirabilia formale', priva di riscontri in corso d’opera e impermeabile alle aspirazioni e alla cultura della comunità.

Nella seconda parte del convegno (Ingegnose imprese), con Gianni Portelli della rivista MED. Design e LifeStyle del Mediterraneo, Laura Fiaschi dello studio Gumdesign e Carlo Martino, dell'Università di Roma La Sapienza, il protagonista è il design: "Il design socialmente sostenibile prevede oggetti intensi ed evocativi, ispirati da un linguaggio formale estraneo alle espressività temporanee, che renda significativa e salda la permanenza delle cose nello scenario fisico ed emotivo delle persone. Per queste produzioni si profila una nuova impresa, transartigianale, che promuove capacità produttive tipiche o marginali dei territori, per fare prodotti riutilizzabili, riparabili, 'affezionabili' e tramandabili, che funzionano bene e a lungo,che hanno un prezzo giusto (tenendo conto che durano tanto) e una espressività misurata. Sono frutto di procedure che valorizzano le capacità umane, che impegnano meno energia, scarsa materia, con poco impiego di denaro e molto investimento di pensiero per oggetti pensati da magnifiche menti e realizzati da abili mani."
 

Taking Care
Magnifiche menti e abili mani
2 dicembre 2016
Arkeda, Mostra d’Oltremare, Napoli