29 aprile 2014




La mostra del XXIII Compasso d'Oro è aperta fino alla fine di maggio alle ex Officine Ansaldo, in una delle tradizionali zone del design milanese, messa a disposizione per l’occasione dal Comune di Milano. Nel corso di due mesi nella stessa sede saranno organizzati incontri sui temi del design, presentazioni di volumi, dibattiti per i professionisti e per il pubblico.


Le iniziative e gli incontri sono il primo passo per la realizzazione di un polo comune delle professioni e delle associazioni del design, che troverà spazio nella nuova sede dell’ADI. In questa “casa del design”, la cui apertura è prevista nel 2015, sarà anche possibile visitare in permanenza la Collezione storica del Compasso d’Oro.


IL PROGRAMMA

Martedì 6 maggio, ore 18.30
Tra Parentesi, cosa ci faceva la Luisa sull’Atollo?

Tre fondazioni di design e architettura, tre Compassi d’Oro, tre icone del design italiano: per festeggiare i sessant'anni del Compasso d’Oro le tre Fondazioni studi museo dei maestri Albini, Castiglioni e Magistretti, in collaborazione con ADI, organizzano una serata dedicata a tre pezzi storici, vincitori del Compasso. Per Albini la sedia Luisa, oggi prodotta da Cassina, disegnata nel 1939, ridisegnata nel 1942 e ancora nel 1955, anno in cui riceve il Compasso d’Oro. Per Castiglioni la lampada Parentesi, disegnata con Piero Manzù nel 1971 e prodotta nello stesso anno da Flos, premiata nel 1979. Per Magistretti la lampada Atollo, disegnata nel 1977 per Oluce e premiata nel 1979.

Intervengono: Paola e Marco Albini, Fondazione Studio Museo Franco Albini; Giovanna Castiglioni, Fondazione Achille Castiglioni; Margherita Pellino, Fondazione Studio Museo Vico Magistretti. Allestimento e grafica di Marco Marzini.

Mercoledì 7 maggio, ore 18.30
Concorso Young&Design 2014, la premiazione

Il concorso che dal 1987 premia i migliori progettisti italiani under 35.

Intervengono i membri della giuria: Armando Bruno, architetto e designer, coordinatore del concorso; Luisa Bocchietto, architetto e designer, presidente ADI; Lorenzo Damiani, architetto e designer, vincitore di Young&Design 2001 e 2004; Beppe Finessi, architetto e critico d'architettura; Luca Nichetto, designer, vincitore di Young&Design 2009; Philippe Nigro, designer, vincitore di Young&Design 2009; Fabio Novembre, architetto e designer, vincitore di Young&Design 1988; con Fiorella Baserga, direttore di GDAMILANO.

Giovedì 8 maggio, ore 18.30
Presentazione del concorso di architettura ArchMarathon Award

Nel prossimo novembre cinquanta studi di progettazione di tutto il mondo, che partecipano all'ARCHMARATHON Award, presenteranno a Milano i loro progetti, selezionati tra i più interessanti del panorama dell'architettura mondiale degli ultimi due anni.

Intervengono: Luisa Bocchietto, presidente ADI; Luca Molinari, presidente della giuria ARCHMARATHON; Simona Finessi, CEO di Publicomm e ideatrice di ARCHMARATHON; Valeria Bottelli, presidente dell'Ordine Architetti della Provincia di Milano; Angelo Monti, presidente della Consulta degli Ordini degli Architetti della Lombardia; Franco Masello, presidente della Fondazione Città della Speranza; Gaetano Lisciandra, presidente di InArch Lombardia; Alessia Galimberti, direttore artistico di DesignforFood; Marco Milana, amministratore delegato di East End Studios. Modera l’incontro Roberto Rasia del Polo, giornalista.

Venerdì 9 maggio, ore 18.30
Tre conversazioni sulla riparabilità, a cura di Frida Doveil
1. Per un’elettronica etica e riparabile

I governi si stanno muovendo per contrastare le quantità in crescita di e-waste e cresce nel mondo del lavoro e nella società il disagio per oggetti in rapida sostituzione. Quanto le aziende sono influenzate da chi, dal basso, ha rilanciato la cultura del repair?

Intervengono: Ugo Vallauri, cofondatore di The Restart Project, charity londinese che ha avviato recentemente anche un’attività di learning rivolta alle aziende, sul tema della riparazione degli oggetti d’uso nel mondo del lavoro; Miquel Ballester, Product strategy Fairphone, impresa sociale olandese che ha prodotto il primo smartphone al mondo sulla base di un processo open-source e lo ha dotato di un catalogo di pezzi di ricambio e una app con la guida alla riparazione.

Martedì 13 maggio, ore 18
Astatosta

Quindici oggetti di design battuti in asta: il ricavato andrà a finanziare un concorso tra giovani designer per un progetto destinato a EXPO 2015.

Interviene Chiara Alessi, critica del design; banditore dell’asta sarà il designer Odoardo Fioravanti.

Mercoledì 14 maggio, ore 11
Presentazione del concorso di design "Non di solo pane"

Un concorso di graphic design e di product design che riunisce pittori, scultori, videomaker, fotografi, designer – italiani e stranieri – intorno al tema del pane. "Non di solo pane" è un progetto pluriennale, concepito in occasione di Expo 2015 come momento di confronto della creatività.

Il concorso si propone, attraverso la ricerca artistica, di stimolare l’opinione pubblica sui temi dell’alimentazione, del consumo e degli stili di vita. È organizzato dall’associazione culturale SBLU_spazioalbello, con il patrocinio di ADI Lombardia e di EXPO Milano 2015.


Giovedì 15 maggio, ore 18.30
Tre conversazioni sulla riparabilità, a cura di Frida Doveil
2. Il servizio della riparazione nelle aziende di desig
n

Quanto le aziende design-oriented sono influenzate o utilizzano per i loro servizi imprese dedicate a creare manuali e a fornire assistenza alla riparazione?

Intervengono: Matthias Huisken, CEO di iFixit Europe (La società californiana iFixit, è la prima e unica nel suo genere ad avere sviluppato un business sulla riparabilità, a partire dai suoi manuali on-line, gratuiti e altamente affidabili. È divenuta famosa per le sue guide, che insegnano a smontare i più noti oggetti dell’elettronica di consumo. Ha realizzato, fra l’altro, un manuale di repair on line per i clienti Patagonia, nell’ambito del programma Patagonia, Common Threads Partnership) e Chiara Cappellina, Regional Marketing Coordinator di Patagonia Europe, l’azienda californiana di abbigliamento outdoor divenuta modello di business responsabile e che, nel 2011, ha avviato la Common Threads Partnership della quale fanno parte anche, su iFixit, le Patagonia Repair Guides, guide online che contengono le istruzioni per la riparazione di alcuni dei capi Patagonia più utilizzati.

Venerdì 16 maggio, ore 18.30
OltreVisioni. Per un design a lungo termine

A cura di Francesco Zurlo e Luca Fois, di POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano

I processi sempre più veloci dell’economia e del mercato spesso non permettono di prendere tempo e riflettere su conseguenze e potenzialità del design, e sulla crescita sostenibile di industria e società. Occorre cambiare rotta per dare tempo all’innovazione e al cambiamento.
Il contributo del design, in questo quadro, è strategico. La capacità di visione – dallo scenario generale al dettaglio minore – e la comprensione degli effetti sistemici che sono dietro ogni singolo atto di progetto, danno alla cultura del design un ruolo sempre più rilevante nei processi di innovazione di ogni tipo, dal prodotto alle relazioni. Questo approccio è al centro delle iniziative di formazione e di ricerca in design strategico di POLI.design, consorzio del Politecnico di Milano, che mirano a un nuovo modo di vedere il design di cui si discuterà con imprenditori, designer, docenti, esperti di innovazione e giornalisti.

Mercoledì 21 maggio, ore 18

Due progetti promossi da Regione Lombardia: Sostegno alle start up culturali e creative in Lombardia e il concorso Design è – Design Competition: dal tavolo alla tavola.


Venerdì 23 maggio, ore 18.30
Tre conversazioni sulla riparabilità, a cura di Frida Doveil
3. La riparabilità nella didattica del design

Che cosa si sta facendo nel settore della formazione per fare entrare il tema della relazione d’uso e della riparabilità nei Programmi/Piani di studio internazionali del design?

Intervengono: Kuno Prey, Preside fondatore della Facoltà di Design e Arti - Libera Università di Bolzano, orientata a un alto grado di sinergia tra l’approccio pratico e quello scientifico, e condotta all’insegna della sostenibilità e dell’osservazione dei processi in atto; Luisa Collina, Presidente di Cumulus (associazione internazionale di scuole e università del settore del design, dell'arte e dei media, con 198 membri di 48 paesi).

Lunedì 26 maggio, ore 18
Presentazione del volume Il ragazzo che trasformava le cose, di Sabina Colloredo e Gianni de Conno, Milano, Carthusia, 2014, in collaborazione con
la Fondazione Cologni Mestieri d’Arte

Un libro per raccontare ai ragazzi la professione del designer, di chi trasforma la realtà e reinventa gli oggetti del quotidiano. “Pensare di trasformare il mondo significa trasformare se stessi. È quel che accade ai protagonisti di questa storia che, giorno per giorno, oggetto dopo oggetto, crescono insieme alle cose che li circondano, cambiandole e inventandone di nuove, con tutta la forza della loro fantasia.”

Intervengono, con gli autori, Franco Cologni, Presidente della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte; Patrizia Zerbi, Carthusia Edizioni; Luisa Bocchietto, presidente ADI.

Giovedì 29 maggio, ore 14.30-18
Seminario sull'ADI e sul Premio Compasso d'Oro

In collaborazione con la Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti.