News

Giurì del design ADI: il convegno
Il XXIV Compasso d'Oro ADI parla anche di proprietà intellettuale: la creatività è un valore, ma tutelarla dal punto di vista giuridico spesso è un'operazione complicata e lenta, specie in campi particolari come quello del disegno industriale. Ne parlano a Milano, in un convegno, insieme con il Presidente del Giurì del Design Lorenzo Biglia, Roberto Bichi, Presidente del Tribunale di Milano, e Remo Danovi, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano.

L'Italia ha uno strumento specifico, efficace e rapido, per dirimere le controversie in materia di design: il Giurì del design, un organismo costituito dall'ADI oltre 25 anni fa, per tutelare la creatività e l'originalità dei prodotti.

“Il Giurì del design", spiega il suo Presidente, l'avvocato Lorenzo Biglia, "è un organo collegiale composto da giuristi, imprenditori e progettisti che fin dalla sua nascita, agli inizi degli anni Novanta, si occupa della tutela del design. In questo quadro si inserisce l’attività del Giurì, che al momento dirime le controversie in applicazione di un Codice di Autodisciplina, ma che si sta adoperando per essere ufficialmente riconosciuto quale organo di mediazione e comunque per risolvere in arbitrato le controversie attinenti alla tutela del  design.”




XXIV Compasso d'Oro ADI
Convegno
Il Giurì del design ADI

Uno strumento rapido ed efficace per la tutela del design
21 giugno, ore 9.00
Palazzo Isimbardi, Sala degli Affreschi, via Vivaio 1, Milano