News

Nuovi oggetti da vecchie biciclette

Un concorso per gli studenti delle scuole di progetto


Che cosa fare quando una bicicletta non è più in grado di svolgere le sue funzioni? Un oggetto sempre più comune negli spostamenti cittadini per le sue qualità ambientali non può rinnegare se stesso nel momento in cui viene dismesso. Bisogna pensare a come riciclarne i componenti a vantaggio di tutti.

È il tema del concorso Re-bikeMI, promosso da Giacimenti Urbani in collaborazione con T12 Lab, con la sponsorizzazione tecnica di Clear Channel e il patrocinio di ADI. Il concorso chiede idee e progetti per dare nuova vita ad alcune componenti delle biciclette del servizio BikeMI non più utilizzabili, trasformandole in nuovi oggetti di design secondo i principi dell’economia circolare. Un modo per dare ulteriore valore a BikeMI, tra le prime iniziative per la diffusione della mobilità individuale a emissioni zero nell'area centrale di Milano.

Le proposte da presentare al concorso devono riguardare nuovi oggetti di design o al servizio della comunità, possibilmente riproducibili in serie, da realizzarsi attraverso l’impiego di componenti delle biciclette in disuso del servizio di bike sharing BikeMi. È ovviamente possibile apportare alle componenti (manubrio, cerchione, cestino, pedali ecc.) qualunque modifica sia ritenuta utile. Possono partecipare al concorso studenti italiani e stranieri iscritti a un corso di laurea triennale o magistrale e provenienti dalle Università di Architettura, Ingegneria, Design, da scuole o istituti di Design e dalle Accademie di Belle Arti.

I premi in palio: al primo classificato un premio di 1.000 euro e una bicicletta elettrica, al secondo e al terzo classificato un premio di 500 euro e un abbonamento annuale Premium del servizio bikeMi. Al 4° e 5° classificato andranno una menzione di merito e un un abbonamento annuale Gold del servizio bikeMi.

Termine per la presentazione dei progetti: le ore 12.00 del 20 febbraio 2022.

Il bando
Il modulo di iscrizione
La scheda di adesione

Informazioni sul concorso
Informazioni tecniche sulla reperibilità dei materiali